Catturare i colori dallo schermo del PC o dal mondo che ci circondaPer chi si occupa di Web o di grafica capita spesso di incontrare immagini o altri oggetti con sfumature di colore particolarmente accattivanti e di aver la voglia di riutilizzarli all’interno dei propri progetti. Forse per chi ha un occhio particolarmente allenato riuscire a risalire ad un colore appena visto può risultare semplice ma per molti non è così. Fortunatamente esistono strumenti in grado di aiutarci catturando per noi i colori e trasformandoli nei rispettivi codici esadecimali o RGB per un loro rapido riutilizzo.

Picpick

PicPick è un software che include al suo interno diversi tools per la gestione delle immagini. Esso comprende un editor d’immagini, uno strumento per la cattura dello schermo e dei colori, un palette dei colori, una lente d’ingrandimento per visualizzare ogni dettaglio dello schermo, un righello per misurare le dimensioni degli oggetti, un rilevatore di coordinate e di angoli e uno strumento per trasformare la schermata in una lavagna su cui lavorare. Una volta avviata l’applicazione per nostra comodità essa si collocherà automaticamente sull’area di notifica per un rapido accesso. Se necessario possiamo tradurre PicPick in italiano semplicemente selezionando Opzioni programma > Informazioni e scegliendo dal menù a discesa Lingua l’italiano.

Per catturare un colore presente sullo schermo selezioniamo l’opzione Selettore colore e facciamo clic con il contagocce nel punto di nostro interesse. Del colore scelto potremo recuperare il codice esadecimale, l’RGB e l’HSV. PicPick è compatibile con tutte le più recenti versioni di Windows ed è disponibile direttamente dal sito del produttore picpick.org oppure su portableapps.com in una versione che non necessita di installazione.

Color Grub

Ma se quello che vogliamo è catturare i colori del mondo che ci circonda possiamo farci aiutare dal nostro fido dispositivo Android e dall’applicazione Color Grub. Avviamo l’app puntiamo l’obiettivo della fotocamera nel punto scelto e in automatico visualizzeremo il nome, il codice esadecimale e quello HSV del colore inquadrato mentre con un semplice tap memorizzeremo le informazioni per un loro successivo utilizzo. Ulteriori approfondimenti sono disponibili sul sito del produttore loomatix.com oppure sull’articolo Una raccolta delle migliori applicazioni per Android.