Creare e modificare file in formato PDFPDF, Acronimo di Portable Document Format, è un formato di file creato da Adobe System nel 1992. Esso è utilizzato prevalentemente per archiviare documenti (manuali, opuscoli e ultimamente anche e-book), contenenti testo, immagini, suoni e video con l’obiettivo di garantire un’uniformità di fruizione a dispetto della piattaforma su cui vengono utilizzati. In altre parole, la priorità di questo formato è quella di mantenere inalterato il contenuto indipendentemente dal dispositivo e del sistema operativo utilizzato per la sua visualizzazione. Dato che nella sua forma base il formato PDF non garantisce una completa indipendenza dal software e dalla piattaforma su cui è stato creato, inficiando la capacità di garantire uniformità di fruizione del contenuto, nel corso degli anni ne sono state create alcune variati con lo scopo di garantirne alcune importanti caratteristiche. Le varianti più utilizzate sono il PDF/A adatto per la conservazione a lungo termine dei documenti quindi per ne garantisce la loro inalterabilità , il PDF/X un formato per la stampa e il PDF/E un formato adatto alla documentazione tecnica. Oltre a questo i file di tipo PDF possono essere protetti attraverso una password, posso essere resi non stampabili, è possibile apporre una firma digitale per garantirne la loro provenienza, inserire commenti e molto altro. A favorire la diffusione di questo formato di file hanno contributo diversi fattori, per primo l’indiscussa qualità del progetto ma un ruolo molto importante ha avuto anche la proliferazione di programmi per la creazione e/o la visualizzazione di questo tipo di file (favorita dal fatto che Adobe System anche avendo diversi brevetti su questo formato per il suo utilizzo non pretende alcun tipo di pagamento) e il rilascio dalla stessa casa produttrice del programma free Adobe Reader per la visualizzazione. A rimarcare l’indiscussa qualità e l’elevata diffusione del prodotto possiamo ricordare che i file di tipo PDF sono oggi diventati uno strumento indispensabile per i professionisti e le pubbliche amministrazioni di tutto il mondo.

Una breve timeline del formato PDF

Nel 1992 nasce ufficialmente un nuovo formato di file, il suo nome è PDF, nel 1993 Adobe System pubblica Acrobat, tutt’ora il software di riferimento per la creazione di questo tipo di file. Nel 1994 è l’ora di Acrobat Reader un programma per la visualizzazione dei file PDF distribuito gratuitamente allo scopo di incrementare l’utilizzo. Con il passare degli anni il formato PDF si evolve garantendo sempre nuove caratteristiche e viene supportato direttamente nei browser più utilizzati e da moltissimi programmi presenti sul mercato. Nel 2000 Stephen King a sorpresa distribuisce un suo romanzo, Riding the bullet, in formato PDF dando così vita al primo e-book (ufficiale) della storia mentre nel 2008 a conferma della bontà del progetto il governo statunitense pubblica in PDF il bilancio ufficiale degli Stati Uniti. Per una più completa e dettagliata timeline del formato PDF fare riferimento direttamente a quella del produttore Adobe Timeline.

Oggi esistono programmi che ci permettono di leggere, creare e modificare file di tipo PDF sia a pagamento che gratuiti praticamente per ogni piattaforma presente sul mercato da Windows a Mac OS, passando per Linux senza dimenticare iOS, Android e Windows Phone. Vediamo alcuni dei programmi più utili per la gestione dei file PDF.

Programmi per leggere, modificare e creare file PDF

Adobe Reader X

Leggere e visualizzare file in formato PDF con Adobe Reader X

Adobe Reader X è il lettore ufficiale per i file PDF in grado visualizzare, inserire commenti, compilare moduli e stampare questo formato di file garantendo la massima compatibilità anche nel caso di file molto complessi. Questo software è disponibile per moltissime piattaforme quali Windows, Mac OS, Linux, Android, iOS e Windows Phone. Per scaricare l’ultima versione accedere al link Download Adobe Reader.

Foxit Reader

Foxit Reader una valida alternativa al più blasonato Adobe Reader X in grado anche di modificare file PDF

Foxit Reader, una valida alternativa al più blasonato Adobe Reader X, è in grado di leggere, stampare, aggiungere annotazione, riempire moduli in qualsiasi file PDF. Dopo l’installazione il programma si presenterà in inglese ma è possibile tradurlo in una delle lingue supportate, tra cui l’italiano, in poche semplici mosse: accediamo alla pagina languages.foxitsoftware.com quindi selezioniamo il prodotto in nostro possesso Foxit Reader versione … e infine cerchiamo e scarichiamo il file di traduzione per la lingua italiana chiamato lang_it_it.xml. Accediamo alla cartella contenente il file Foxit Reader.exe, quello per lanciare il programma, creiamo al suo interno una nuova cartella chiamata lang e copiamo al suo interno il file precedentemente scaricato. Ora non rimane che avviare il programma accedere al menu File-Preferences-Languages selezionare l’opzione Choose custom language, scegliere la lingua italiana e confermare. Ora il programma si presenterà quasi completamente tradotto nella nostra lingua. Attenzione durante la procedura d’installazione verrà proposto di aggiungere una toolbar e di modificare la pagina iniziale del browser, prima di concedere l’autorizzazione accertarsi che le modifiche proposte siano di nostro interesse. Per scaricare la versione più aggiornata per Windows accedere al link Scarica Foxit Reader per Windows.

PDFescape

PDFescape non è un semplice lettore di file PDF ma un’applicazione in grado di apportare modifiche a 360° ai file PDF in maniera facile e gratuita. Questo programma non è da installare ma è un’applicazione web a cui accedere da qualunque dispositivo purché connesso a Internet.  Per l’utilizzo del programma non è necessaria alcuna registrazione e i file da modificare possono essere caricati direttamente dal nostro dispositivo oppure attraverso l’indirizzo Web di dove risiedono.

Leggere e modificare file PDF direttamente sul web con PDFescape

Le operazioni che possiamo effettuare sui file PDF sono indicate all’interno di tre differenti schede posizionate in alto a sinistra nella finestra principale del programma, vediamole in dettaglio:

  • Nella prima scheda, quella chiamata Insert, possiamo inserire una serie di elementi come: del semplice testo, un’immagine, dei controlli con cui far interagire l’utilizzatore del file PDF come caselle di testo da riempire, Checkbox, Radio, Dropdown e Listbox, frecce, cerchi, riquadri per nascondere parti del file, link a indirizzi WEB o pagine interne del file, linee, rettangoli o caselle da spuntare.
  • nella seconda scheda, chiamata Annotate, possiamo inserire dei post it o simulare l’utilizzo di un evidenziatore.
  • Nell’ultima scheda, Page, possiamo cambiare l’ordine delle pagine, ruotarle ed eliminarle mentre tramite l’opzione Restore All possiamo riportare nelle condizioni iniziali, quelle precedenti le nostre modifiche, il file PDF (l’operazione riguarda solo le pagine eventualmente eliminate o spostate).

Alcuni degli oggetti come i controlli hanno ulteriori proprietà accessibili facendo clic su di essi con il tasto destro del mouse. Altre operazioni che possiamo eseguire sui file PDF sono: la ricerca di informazioni al loro interno, la copia di porzioni di testo, la visualizzazione o la modifica dei metadati in essi contenuti, proteggerli attraverso l’uso di una password, stamparli e infine salvarli direttamente sul nostro PC. Esiste anche la possibilità di registrarsi per usufruire di uno spazio riservato e gratuito messo a disposizione dai creatori del programma per salvare i propri file.

PDFCreator

PDFCreator, una stampante virtuale per creare facilmente file in formato PDF da una qualsiasi applicazione

PDFCreator è un programma da installare direttamente sul proprio PC che consente di trasformare qualsiasi file generato con una qualsiasi applicazione in un file PDF. Dopo l’installazione di PDFCreator verrà creata una nuova stampante virtuale a cui dovranno essere indirizzati i file che non saranno stampati ma bensì salvati in formato PDF. Tra le funzioni più importanti disponibili ricordiamo:

  • la possibilità di unire più file in uno unico attraverso l’opzione Metti in coda,
  • inviare rapidamente via email il file PDF creato servendosi del proprio client di posta,
  • inserire un testo – filigrana all’interno del file,
  • salvare il file anche nel formato PDF/A, indicato specificatamente per l’archiviazione dei documenti e anche in altri formati immagine come PNG, JPG, BMP, TIFF e altri,
  • modificare la compressione e quindi la grandezza del file,
  • inserire una password per proteggere in documento.

Attenzione al pari di altri programmi durante l’installazione viene proposto di modificare il comportamento del proprio browser con l’aggiunta di un nuovo motore di ricerca, una nuova home page e una toolbar, fermiamoci un momento a riflette se ne abbiamo veramente bisogno. Nelle ultime versioni il programma è corredato anche di un lettore di file PDF chiamato PDFArchitect (che ha al suo interno anche alcuni semplici strumenti per editare i file) e di Images2PDF un’applicazione per la trasformazione delle immagini in file PDF. Se non ci interessano, durante il processo di installazione possiamo evitare di installarli. PDFCreator è disponibile solo per sistemi Windows ed è possibile scaricarlo da questo link pdfforge.org/download.