Quando rendiamo disponibili pubblicamente le nostre immagini attraverso il WEB o tramite qualsiasi altro strumento corriamo costantemente il rischio che esse possano essere “rubate”. Attraverso una semplice copia un utente disonesto può appropriarsi delle nostre immagini e sfruttarle a proprio favore rivendicandone in alcuni casi addirittura la proprietà. Nel tentativo di proteggere le nostre immagini da gente più furba di noi e ce n’è tanta possiamo adottare una tecnica chiamata watermarking che ci consente di inserire all’interno dei nostri file l’indicazione di chi è il proprietario.

Il watermarking è una tecnica che consente l’inserimento all’interno dei file d’informazioni che permettono di determinarne la provenienza, l’autenticità e la proprietà. Queste informazioni dette watermark possono essere visibili a tutti gli utenti, per esempio attraverso l’inserimento di un marchio all’interno di un file immagine oppure essere invisibili ossia nascoste all’interno dei file pronte per essere lette da chi ne conosce la metodologia di occultamento.

Per fare ciò non dobbiamo necessariamente ricorrere a complessi e costosi programmi per la gestione della grafica ma possiamo utilizzare piccoli programmi, semplici da imparare e soprattutto gratuiti sia in locale sul nostro PC che direttamente online sul WEB. Uno dei servizio WEB più completi per l’inserimento di watermark all’interno di una o più immagini è PicMarkr, il quale ci consente di inserire simultaneamente, in un massimo di cinque file, un semplice testo o una piccola immagine in un punto preciso dell’immagine stessa. Il suo utilizzo è veramente semplice nella pagina principale selezioniamo attraverso i pulsanti Sfoglia… i file da trattare (le dimensioni complessive non possono superare i 25 MB), nella sezione Optional: resize uploaded pictures possiamo ridimensioniamoli se necessario e infine premiamo il tasto Ok! Go to Step 2.Ora dobbiamo scegliere dove e quale tipo di watermark vogliamo adottare, le opzioni disponibili sono tre:

  1. Se vogliamo inserire una semplice stringa di testo, rivolgiamo alla sezione Text watermark, dove dobbiamo digitare il testo scelto, definirne il colore e l’opacità e infine stabilirne la posizione.
  2. Se quello che vogliamo è inserire un’immagine nella sezione Image watermark selezioniamola e definiamone la posizione.
  3. Mentre se il nostro obiettivo è di ricoprire l’immagine di watermark formati da testo oppure da immagini, la nostra scelta dovrà ricadere sulla sezione Tiled watermark.

Qualunque sia la nostra scelta sulla destra della finestra sarà visualizzata un’immagine di prova raffigurante il risultato delle nostre operazioni. Ora premiamo il tasto Continue e attendiamo che siano apportate le modifiche da noi scelte. Per terminare premiamo il tasto Download images to computer per visualizzare il collegamento a ogni immagine modificata, necessario per scaricarle sul nostro PC. PicMarkr è strettamente legato ai servizi per la condivisione delle immagini come flickr e Picasa e a Facebook allo scopo di recuperare le immagine da modificare e per memorizzare quelle già trattate.

Altri servizi gratuiti online per il watermarking sono WaterMark.ws forse più flessibile di PicMarkr ma con il limite di accettare solo immagini di piccole dimensioni, watermarktool che consente di utilizzare come watermark solo del testo, mentre sul fronte dei software da utilizzare in locale sul proprio PC una valida scelta è Jouba Images Converter in grado inserire watermark, ridimensionare le immagini, convertirle nei formati più diffusi il tutto automaticamente su più file.